FAQ utilizzo ozono

Tutte le risposte alle domande sull'utilizzo dell'ozono nel campo della sanificazione
FAQ utilizzo ozono
Qual è il ciclo di sanificazione dell’ozono?
L’ozono per agire deve raggiungere un determinato livello di saturazione nell’aria. Ciò si ottiene grazie alla quantità di ozono prodotto dal generatore e immesso nell’aria dell’ambiente. Al crescere del livello di saturazione l’ozono inizia ad agire e a sanificare l’ambiente. Alla fine del ciclo si è raggiunto il massimo livello di saturazione. Per garantire un'efficace sanificazione è IMPORTANTE che al termine del ciclo di produzione e saturazione dell’ambiente secondo i parametri indicati nella sottostante tabella, si lasci sempre agire l’ozono per almeno 20 minuti senza arieggiare il locale. Si ricorda che è tassativamente vietato entrare nell’ambiente durante il ciclo di produzione e per i successivi 20 minuti. Successivamente arieggiare bene l’ambiente.

Cosa fare in presenza di un condizionatore d’aria
In caso di presenza di condizionatori d’aria non centralizzati o fan coil (che non prendono aria dall’esterno) è possibile azionare i sistemi di ventilazione alla massima potenza. In questo caso l’ozono prodotto verrà diffuso più velocemente nell’ambiente e i filtri di ventilazione verranno anch’essi sanificati. Per i condizionatori che introducono aria dall’estero è necessario spegnerli o attivare la funzione di ricircolo. Chiudere tutte le porte e finestre ed eventuali prese d’aria con l’esterno (aspiratori d’aria).

L’ozono è un ossidante, potrebbe rovinare i materiali?
Un trattamento di sanificazione ad ozono rapportato alla quantità di ozono prodotto ed ai tempi di utilizzo suggeriti nella nostra tabella, non danneggia i materiali, anche i prodotti con componenti elettronici (quali computer e televisori), presenti normalmente negli ambienti.

Che differenza c’è tra una sanificazione ad ozono e una classica con prodotti chimici?
L’OZONO raggiunge facilmente tutti gli oggetti e le superfici porose e non porose presenti nel locale, non lascia residui e non inquina. L’ozono sanifica anche gli alimenti senza renderli tossici. Inoltre la sua applicazione quasi del tutto autonoma, essendo gestita dal timer, non impegna del personale addetto. Contrariamente per l’applicazione di sostanze chimiche la presenza di personale è necessaria per un tempo considerevole.

Un trattamento con ozono può sostituire le classiche pulizie?
Il trattamento di sanificazione con ozono svolge un’azione igienizzante e deodorante in modo ecologico, ma le classiche pulizie vanno eseguite prima del trattamento per togliere macchie e sporcizia. Il trattamento con ozono annulla la necessità di utilizzo di prodotti disinfettanti chimici.

Quali sono le differenze tra generatori?
Esistono sul mercato generatori d’ozono che agiscono come purificatori d’aria e non come sanificatori e quindi non producono una quantità di ozono sufficiente a sanificare gli ambienti. La macchina ad ozono distribuita da FAS iTALIA (codice 11200A) produce 10g ora e raggiunge una saturazione dell’ambiente, se utilizzato secondo la tabella consigliata, in linea ai parametri richiesti per una corretta sanificazione.

Quali sono le condizioni per un efficiente sanificazione?
La massima capacita volumetrica sanificabile è di 420/480m3 in 180 minuti. L’ozono garantisce una corretta sanificazione se durante la sua applicazione le condizioni dell’aria rimangono nei limiti di temperature tra 5° e 40° gradi centigradi con una percentuale di umidità non superiore a 70%. Non potendo garantire che queste condizioni siano sempre rispettate e controllate, si consiglia per sicurezza, di non ridurre mai la durata dell’applicazione.

Come posso sanificare gli ambienti con volumetrie elevate?
Per poter sanificare volumi superiori a quelli della sua capacità si suggerisce di utilizzare contemporaneamente 2 o più generatori.
Esempio:
In caso di locale rettangolare di 650m3 utilizzare due generatori e posizionarli alle due estremità più lontane del locale e programmare il timer di ciascun generatore a 120/130 minuti.

Qual è il ciclo di vita del generatore?
Le piastre di ceramica che producono l’ozono sono garantite per una durata di 8000 ore se non sottoposte a stress. (utilizzo costante senza riposo consigliato).
Nel caso si utilizzi il generatore per una media di 3 ore tutti i giorni il suo uso è garantito per 7 anni.

Quali sono i plus del generatore di ozono FAS ITALIA?
É un generatore semplice ed affidabile senza componenti elettronici che ne possano compromettere la funzionalità e affidabilità. Il generatore è composto da:
Un interruttore meccanico, un timer meccanico, una piastra di ceramica molto resistente con produzione garantita a 10gr ora e un ventilatore ad alto rendimento ma a basso consumo. La struttura del contenitore è realizzata in acciaio inox 304 che garantisce una lunga durata nel tempo.

Posso utilizzare il generatore per sanificare i capi di abbigliamento?
Ai negozi di abbigliamento sarà richiesto di sanificare i capi abbigliamento che vengono provati dai clienti. La sanificazione dei capi d’abbigliamento tramite prodotti chimici lascia dei residui chimici sui tessuti. Se invece viene utilizzato l’ozono, l’ozono non lascia nessun residuo e penetra nei tessuti in profondità senza danneggiarli. Se in negozio ha a disposizione un piccolo locale, magazzino o bagno, può mettere i capi provati all’interno del locale, che deve essere ovviamente chiuso, e attivare il generatore per pochi minuti. Dopo il ciclo di ozonizzazione i capi saranno depurati e sterilizzati. Esempio: locale di 8/10 m2 programmare il generatore per 10 minuti e dopo i dieci minuti attendere 20 minuti per l’attivazione dell’ozono e riconversione in ossigeno. Totale 30 minuti per avere i capi depurati.

Ozono e Coronavirus
Inchieste: L'ozono elimina il coronavirus
AVIONEWS pubblica la relazione delle prove dell'Università di Tor Vergata

l'imparzialità che la contraddistingue, sui modi più efficaci per contrastare il coronavirus, incentrando il focus soprattutto sui settori di sua competenza, ovvero gli ambienti aeroportuali e quelli più ristretti degli aerei, ma naturalmente lo studio ha valenza in tutti quegli altri spazi che nonostante l'emergenza-epidemia debbono rimanere attivi. Oggi parliamo delle proprietà dell'ozono come biocida, ovvero come distruttore di virus e batteri negli ambienti, nell'aria, in tutto quello che ci circonda. L’ozono (O3) è un gas caratterizzato da una elevata reattività ed instabilità a temperatura ambiente, inoltre ha un considerevole potere ossidante: è proprio quest’ultima proprietà a consentirgli di depurare aria e materiali di uso comune, da batteri, spore e virus, attraverso il danneggiamento di membrane, pareti cellulari e altre strutture biologiche. L’ozono ha un fortissimo potere biocida naturale e biologico. È conosciuto come il composto più potente, efficace e sicuro nei trattamenti di disinfezione e sanificazione. L’ozono è stato riconosciuto dal ministero della Sanità (prot. n. 24482 del 31 luglio 1996) quale presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti contaminati da batteri, virus, spore, ed infestati da acari e/o insetti. In altri Paesi del mondo l'ozono è ampiamente utilizzato, oltre che in medicina, anche in operazioni di sanificazione. Esistono decine di studi che dimostrano l'efficacia dell'ozono
nella sanificazione di ambienti, indumenti, suppellettili con la neutralizzazione di oltre il 99% di virus e batteri esistenti. A differenza di disinfettanti liquidi il gas raggiunge tutte le superfici, anche le più recondite, per una completa sanificazione dell’ambiente. Il suo utilizzo annulla ogni possibilità di infezione ed allergia, oltre a debellare muffe, germi, acari e cariche microbatteriche dannose per la salute.
I vantaggi della sanificazione professionale con ozono sono molteplici, a partire dalla potenza sanificante e biocida, all'efficacia per migliorare la sicurezza microbiologica degli ambienti e delle superfici, per eliminare batteri, coronavirus e microrganismi, e alla massima capacità di penetrazione perché l’ozono satura l’ambiente e può essere inserito nell’intero impianto di climatizzazione.

AVIONEWS ha partecipato alle prove effettuate dal professor Cartesio D'Agostini, virologo dell'Università di Tor Vergata e dal dottor De Angeli, che si occupa di certificazione antivirale.
Una prova che ha confermato che l'ozono, introdotto in percentuali misurate e controllate in un ambiente, distrugge completamente la carica batterica e virale. Un processo di poco meno di 20 minuti e che diminuisce in maniera drastica la possibilità di contagio, ed utilizzabile ovunque ci sia necessità di operare in ambienti chiusi quali ambulanze, luoghi di degenza, autobus, sale d'attesa.

Scopri il Generatore di ozono cod. 11200A.
16 Giugno 2020 | Notizie tecniche
Filtra per anno