Frigobar: in arrivo nuove norme di etichettatura energetica

Cambiano le regole ma la qualità dei nostri frigobar resta invariata
Frigobar: in arrivo nuove norme di etichettatura energetica
In linea al Green Deal europeo, una roadmap ricca di iniziative con la quale la Commissione europea si è proposta di garantire un uso più efficiente delle risorse, il Regolamento Ue 2019/2016 del Parlamento europeo e del Consiglio ha delineato nuove linee guida per l'etichettatura energetica degli apparecchi di refrigerazione.

Nello specifico, la Commissione europea ha analizzato gli aspetti tecnici, economici e ambientali degli apparecchi connessi all'energia, definendo nuovi requisiti di calcolo dell'efficienza.

Lo scopo è quello di ottenere un significativo contenimento delle emissioni di gas a effetto serra e un incremento dell'efficienza energetica del 32,5% per il 2030, in linea a un obiettivo ambientale europeo mirato a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Naturalmente, le modifiche tengono conto delle innovazioni, in termini di efficienza, garantite dai nuovi modelli di elettrodomestici, e della necessità di renderle immediatamente visibili ai consumatori. Per questo, si è scelto di non introdurre nuove classi A più efficienti, contraddistinte con il simbolo +, ma di sostituirle con una scala più ampia di valutazione.

Nuova etichettatura energetica per frigobar

Per i frigoriferi, la nuova etichettatura UE è in vigore dall’1 marzo 2021 e si applica anche ai dispositivi a bassa rumorosità utilizzati nelle camere d'hotel. Si tratta, dunque, di una risorsa che fornisce un utile strumento di valutazione anche nel settore alberghiero, soprattutto in quei casi in cui si preveda la sostituzione di un frigobar per le camere. Ma a cosa si dovrà fare attenzione in fase di acquisto? E quali saranno i parametri di cui tenere conto nella scelta di un frigobar a basso consumo?

Nello specifico, l'etichetta dei frigobar oggi conta sette nuove Classi di efficienza energetica, definite in base all'indice di efficienza energetica (IEE) e indicate con le lettere dell'alfabeto che vanno dalla A alla G. Come nella vecchia etichettatura, anche le nuove classi si distinguono con una scala di colori - in verde le classi energetiche più vantaggiose, in rosso quelle meno efficienti e in giallo quelle intermedie - ma nell'etichetta riscalata i criteri di calcolo utilizzati sono molto più rigorosi.

La novità è l'introduzione del codice QR: un codice di risposta rapida che rimanda a una grande banca dati europea online – la EPREL – dove sono contenute tutte le caratteristiche tecniche relative ai prodotti etichettati. Le aree più in basso dell'etichetta riportano invece il consumo annuo di energia, il volume del frigobar, espresso in litri, e il livello di rumorosità misurato in decibel, su una scala che comprende 4 classi.

Nella nuova classificazione, però, il valore minimo di decibel non può mai essere pari a zero, perché gli strumenti adoperati nella misurazione sono così sofisticati da simulare la percezione dell'orecchio umano, che non può captare suoni inferiori a 20db.

Frigobar, come tenere conto della nuova etichettatura

La nuova etichettatura energetica, naturalmente, potrebbe rendere i modelli attualmente in uso, considerati vantaggiosi secondo i vecchi parametri di calcolo, meno efficienti rispetto ai frigobar di produzione più recente.

Per questo, Fas Italia è in prima linea per soddisfare le richieste degli albergatori, con un'ampia proposta di frigobar ad alta efficienza energetica e a basso indice di rumorosità. L'obiettivo è quello di facilitare l'acquisto di nuovi modelli o sostituire quelli più obsoleti, per ridurre l'assorbimento energetico e i costi relativi all'energia.

Inoltre, i modelli di frigobar proposti da Fas Italia possono adattarsi agli interni della camera d'albergo. Merito di soluzioni a libera istallazione e da incasso, caratterizzati da un aspetto fine e ricercato, in grado di garantire il meglio in fatto di estetica. 

In aggiunta, si tratta sempre di frigobar caratterizzati da un eccellente rapporto qualità-prezzo, in modo da ammortizzare la spesa relativa all'eventuale acquisto di unità multiple. In ogni caso, in linea con i più alti standard relativi alla nuova etichettatura, possono assicurare un funzionamento silenzioso: un aspetto fondamentale quando si parla di forniture destinate alle camere d'hotel.
15 Marzo 2021 | News
Filtra per anno